Victor Tognola

Professione: regista, produttore cinematografico

Età: 75 anni

 

 

Qual è il suo primo ricordo della RSI?

Felice Filippini, il Blocco di Berlino.

Quali sono i programmi che hanno lasciato un segno in lei?

Nuvidads da Coira di Cito Steiger ne La Palmita.

Ha un personaggio, un volto o una voce della RSI a cui è particolarmente affezionato?

Roberto Cattaneo.

Quali sono i suoi programmi preferiti attualmente?

Falò, il Filo della Storia di Silvana Rigolini Bezzola.

Perché a suo parere l’iniziativa per l’abolizione del canone radiotelevisivo deve essere respinta?

L’iniziativa ghigliottina per l’abolizione del canone radiotelevisivo è una follia di leggerezza politica che ogni tanto colpisce il nostro Paese. Così fu il grounding di Swissair, deciso in una notte al telefono, ne so per caso qualcosa. Vogliamo essere un paese europeo privo di una TV nazionale? Vogliamo Sky oppure CNN o Mediaset a raccontarci le “loro” notizie? L’iniziativa puzza, impone termini capestro che portano a soffocare SSR in pochi mesi, dietro c’è chi vuole comprare con quattro soldi.

Vi dicono  “risparmierete il canone” ma non vi dicono  “spenderete il doppio solo per le partite di calcio”. RSI è del Popolo della Svizzera Italiana, perdendola è il Popolo a perderla. È il Popolo che, da un giorno all’altro, privato del suo strumento di Identità, si troverà sommerso dal rumore di fondo della vicina Italia: quel bellissimo Bel Paese che non siamo noi.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial