Nicoletta Noi-Togni

 

Ruolo politico: sindaca di San Vittore e Granconsigliera a Coira

Qual è il suo primo ricordo della RSI? 
Novembre 1963, il ristorante dei miei genitori a San Vittore, il primo televisore in bianco e nero, immagini sfocate, incerti, sfuggenti, una sala “fumogena”, avventori ammutoliti, sbigottiti, l’assassinio di Kennedy.

Quali sono i programmi che hanno lasciato un segno in lei? 
Il notiziario delle 12.30 di Radio Monte Ceneri, tutti zitti, forchette ferme sui piatti, ogni giorno, obbligatorio, una voce ferma e famigliare, una dizione perfetta. Un’intervista ad Erich Fromm del 1985.

Ha un personaggio, un volto o una voce della RSI a cui è particolarmente affezionato? 
Naturalmente sento volentieri Alessandro Tini, bellissima voce, bel campanile….

Quali sono i suoi programmi preferiti attualmente? 
Quelli d’informazione d’attualità e politica: radio- e telegiornale svizzeri e stranieri, Modem, Grigioni sera, Falò, Arena, Film storici, documentari che hanno per oggetto filosofi o filosofia.

Perché a suo parere l’iniziativa per l’abolizione del canone radiotelevisivo deve essere respinta? 
Perché l’offerta informativa in un Paese come il nostro, con la sua meravigliosa complessità derivante dalla sua cultura e struttura politica) non può essere impoverita. Ne va della democrazia stessa!!

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial