Aurelio Beretta

Professione: architetto in pensione

Età: 71

 

 

Qual è il suo primo ricordo della RSI?
Forse le radiocronache di Vico Rigassi e Giuseppe Albertini.

Quali sono i programmi che hanno lasciato un segno in lei?
Sentite buona gente di Roberto Leydi (penso negli anni Settanta).

Ha un personaggio, un volto o una voce della RSI a cui è particolarmente affezionato?
Diciamo Angelo Frigerio e al limite il Gatto Arturo.

Quali sono i suoi programmi preferiti attualmente?
Radio giornale mattutino Rete 1 alle sette. Programmi musicali Rete 2, quando i canti non sono in inglese, ormai lingua dell’impero.

Perché a suo parere l’iniziativa per l’abolizione del canone radiotelevisivo deve essere respinta?
Con un’abolizione del canone, non avremmo più un’informazione libera e indipendente, e neppure programmi di qualità con commenti, approfondimenti e denunce come attualmente.

Si ridurrebbe sicuramente la coesione nazionale, e si favorirebbe il proliferare dei populismi, dei quali già purtroppo molti ticinesi sono impregnati.

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial